mercoledì 20 novembre 2013

Confedilizia: service tax sparita da legge stabilità -a-realestate.it


Ad agosto il governo aveva delineato la 'service tax', la nuova tassa sulla casa, con base imponibile la superficie o la rendita catastale e corrisposta dai proprietari in funzione dei servizi comunali e da ogni occupante, a qualsiasi titolo, in funzione dei beni o servizi di cui lo stesso gode. ''La tassa di agosto è però improvvisamente sparita dalla legge di stabilità e al suo posto è prevista un'Imu bis''. Lo evidenzia in una nota il presidente dalla Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani aggiungendo: ''Nessuna informazione è peraltro stata fornita sul perché dell'abbandono di questa tassa''. ''Ance e Confedilizia - riferisce Sforza Fogliani - hanno chiesto il ripristino della service tax di agosto, anche perché sarebbe la prima volta che il vero federalismo entrerebbe nel nostro ordinamento. Ciò che non avverrà mai se la classe politica continuerà ad esercitarsi su deduzioni e detrazioni Imu, inventate a suo tempo solo per finalità clientelari''.