venerdì 21 febbraio 2014

Storie di vita. Francesco, Londra, e quell'idea geniale maturata durante gli anni dell'università -di Giorgia Perbellini per Luxury&Tourism

Oggi intervisto Francesco, veronese di nascita, che insieme ai due colleghi Manuel Detogni e Leonardo Tantone ha creato un servizio nuovo ed esclusivo rivolto agli studenti in cerca di alloggio. Come non cogliere l'occasione di collaborare con la nostra agenzia per offrire al cliente un servizio completo? Luxury&Tourism troverà l'immobile adatto nella città di Londra mentre la società SwingsPark gestirà la casa occupandosene a 360 gradi.

Da quanto tempo vivi a Londra? Hai sempre vissuto in Italia prima?

Vivo  a Londra da 1 anno e mezzo e prima ho sempre vissuto in Italia, tranne 1 anno a Madrid.

Quali sono state le prime impressioni della vita londinese e quali le difficoltà maggiori?

Londra non regala nulla ma premia chi si impegna ed è disposto a rinunciare alle comodità per mettersi in gioco. E' una città senza pregiudizi sempre aperta al confronto con culture diverse.
La difficoltà principale (oltre alla mancanza di cibo buono) è rappresentata dall'alta competitività quotidiana, che noi però affrontiamo come stimolo per migliorare.

Tu e altri due soci avete creato il vostro business basandovi prevalentemente sul bisogno di alloggio degli studenti. Ci racconti in breve com'è nata l'idea e di cosa si tratta?

L'idea è nata bevendo un caffè con alcuni studenti stranieri in Bocconi a Milano, i quali incontravano un sacco di ostacoli nella ricerca dell'alloggio, soprattutto a causa della difficoltà linguistica e degli elevati deposti cauzionali.
Io e i miei due amici stavamo condividendo un appartamento e quindi conoscevamo bene la qualità scadente dell'offerta milanese.  Abbiamo pensato allora di iniziare a offrire stanze confortevoli, per periodi flessibili e di rivolgerci al mercato degli studenti stranieri, grazie alla conoscenza dell'inglese, francese e spagnolo.
Eliminate le cravatte e ripristinate le felpe dell'università, abbiamo iniziato a rinnovare stanze con mobili Ikea per renderle più accoglienti e piano piano i proprietari di immobili ci hanno affidato i loro appartamenti.

Che garanzie date al proprietario una volta che vi affida il suo immobile?

La garanzia contrattuale e il deposito cauzionale anche se ad oggi la principale garanzia è costituita dal passaparola degli attuali proprietari che testimoniano la nostra puntualità di pagamento e cura della casa.

Cosa dovrebbe spingere oggi un italiano a investire nel mercato immobiliare londinese?

La stabilità del mercato immobiliare inglese in questo momento, la smobilizzazione dell'investimento in tempi brevi, la moneta locale ancora molto forte e soprattutto l'altissima domanda di affitto che riduce al minimo il rischio dell'investimento.

Siete operativi parallelamente a Londra e a Milano: quali sono le differenze sostanziali che si notano a livello lavorativo?

Entrambi i mercati presentano pregi e limiti. Il mercato londinese offre una burocrazia più snella, una possibilità di crescita più rapida ma soprattutto un confronto con filosofie di pensiero di tutto il mondo, che per noi sono fonte di ispirazione per innovare nel nostro Paese. D'altro canto il mercato milanese offre migliore qualità di immobili e stabilità degli inquilini che, rispetto a Londra, rimangono nell'appartamento per lunghi periodi.


Dove ti vedi tra qualche anno? In giro per il mondo a espandere il vostro business o in Italia?

Certamente il nostro progetto prevede l'apertura di altre città europee in Spagna e Germania, ma la vera sfida sarà l'espansione italiana.
Grazie alle idee raccolte all'estero, siamo convinti di portare novità in Italia, soprattutto nel modo di pensare e di lavorare.
Il nostro obiettivo è coinvolgere nel nostro team giovani ragazzi, ai quali far vivere esperienze in qualche sede straniera e successivamente affidare loro l'apertura o la gestione di una città italiana.


Per saperne di più visitate www.luxuryandtourism.com e www.rentroom.com

di Giorgia Perbellini