martedì 18 febbraio 2014

Gb: con 'archistar' più permessi per grattacieli -a-realestate.it

La London School of Economics ha trovato una sorta di "effetto archistar": in un suo studio si afferma che i costruttori di solito si affidano agli architetti famosi perché così ottengono più facilmente l'autorizzazione a realizzare edifici alti. In genere un nome famoso, ha calcolato l'università, "vale" 19 piani in più rispetto a uno poco conosciuto. Questo emerge in particolare a Londra: circa un quarto di tutti i grattacieli della capitale sono stati pensati da un architetto di grido, contro, ad esempio solo il 3% di Chicago, la città che ha fatto scuola per le 'torri'. La fama diventa determinante nella scelte che fanno le autorità locali. Il Comune di Londra negli ultimi anni ha puntato molto sul nuovo 'skyline', dove spiccano grattacieli come lo Shard di Renzo Piano, coi suoi 310 metri e i 72 piani abitabili. Si calcola che dei 41 palazzi nella capitale più alti di 100 metri, 24 sono stati completati dal 2000. Altri sette sono in costruzione. 


Scopri le nostre offerte immobiliari su LuxuryandTourism