sabato 22 febbraio 2014

"Marrakech rievoca tramonti nel deserto, profumi di spezie e colori dei souk. Ma c'è spazio anche per l'alta moda" di Martina Carolo per www.luxuryandtourism.com



Buongiorno,
mi aspettavate? L’idea della meta di oggi nasce mentre sorseggio un thè alla menta, caldo ma con un potere rinfrescante.
Siamo a Marrakech, una di quelle città che va esplorata senza fretta, senza correre da un museo all’altro, ma aspettando la magia del tramonto nella medina.
Quando parlo dei miei viaggi, mi piace raccontare emozioni, suggestioni e questa città vi assicuro che ne ha da vendere, ma alla fine di tutti i miei “bla bla bla”, come riuscirò a parlarvi di moda a Marrakech?
Sorpresa! Questo mio post è dedicato proprio al lato più chic della città. Ho scoperto quasi inaspettatamente che la moda qua non passa inosservata e ci sono parecchi stilisti emergenti come Zuhait Murad, che ha collaborato anche con il brand europeo Mango.
E che dire di Noureddine Amir che unendo la lana e il lino a stampe fatte a mano rende i suoi capi ultra chic?  Marrakech da sempre è stata una fonte di ispirazione per stilisti come Yves Saint Laurent che negli anni 70 andò proprio ad abitare nella medina, rubando i colori delle spezie, trasformando il classico caftano da capo hippy ad un capo di altissima moda.
Anche Tom Ford per Gucci a fine anni 90 ha ripreso il look dei souk con le djellaba di pizzo nero, velluto stampato e chiffon.

 





Moda e Marocco = caftano







Questo capo intramontabile che permette a tutti gli stilisti di dare libero sfogo alla fantasia e all’originalità grazie all’ampia gamma di materiali da utilizzare, come i ricami più sfarzosi che richiamano al passato ma ugualmente intramontabili. Nel passato era indossato sia da uomini che donne ma ora è considerato un indumento tipicamente femminile e il suo debutto oltreoceano lo si deve alla giornalista di moda francese Diana Vreeland, che durante un viaggio in Marocco se ne innamora.
Lo si può indossare con le infradito per renderlo un po’ bohemien o con dei preziosi sandali gioiello a tacco alto per renderlo sensuale. Bracciali etnici, bangles e monili fanno il resto arricchendolo nel suo allure.
Pensate che esiste anche un evento annuale che si chiama “Caftanshow” di alta moda marocchina che grazie ai colori e all’atmosfera da Mille e una notte, questo evento porta con se emozioni diverse dalle fashion week a cui siamo abituati.
Oltre alle foto che vi allego, posso solo aggiungere che questa città che apre l’anima, è facimente raggiungibile da Milano in 3h30 con compagnie low cost, quindi meta ideale per sorseggiare un thè anche a casa vostra. La vostra casa dei sogni che potete acquistare visitando il sito  www.Luxury&Tourism.com


www.martysparty