mercoledì 20 novembre 2013

Ocse: mercato immobiliare migliora, ancora male l'Italia -corriere.it


Nell'area i prezzi +1,4%, nel nostro Paese -5,5% Parigi, 19 nov - Nell'Ocse il mercato immobiliare sta nel complesso migliorando, ma le condizioni variano molto da Paese a Paese. Quello italiano si colloca tra i piu' penalizzati, considerato che i prezzi delle case nel nostro mercato quest'anno dovrebbero scendere del 5,5% (dopo il -5,4% nel 2012), con una marcata accelerazione nell'ultimo trimestre (-7,2%). Nell'intera area Ocse invece i prezzi quest'anno dovrebbero crescere dell'1,4% (-0,3% nel 2012), anche alla luce del trend piu' accentuato negli ultimi tre mesi (+1,9%). Nel dettaglio, i prezzi reali continuano a calare in Giappone, Francia, e nella la maggior parte delle altre economie dell'area dell'euro, 'con il ritmo negativo particolarmente forte in Olanda, Grecia, Spagna, Italia e Portogallo'. Una dinamica, sottolinea l'Ocse nell''Economic outlook', che 'mette pressione ai bilanci delle famiglie e potenzialmente aggiunge sofferenze nel settore bancario'. Per contro, la forte crescita del reddito disponibile delle famiglie e le favorevoli condizioni di finanziamento stanno spingendo all'insu' i prezzi delle case in Germania e in Svizzera. In queste economie comunque i prezzi sono oggi meglio allineati con gli affitti e i redditi.