martedì 3 settembre 2013

Comprare casa? In Spagna Sono sempre di più gli italiani che acquistano all'estero. Ecco le mete più convenienti - design.repubblica.it

Sono sempre di più gli italiani che acquistano casa all’estero: 42mila le transazioni oltre confine nel 2013, +5,5 per cento rispetto al 2012, secondo Immobiliare.it. Un dato che è in aumento: «il flusso di acquisti dovrebbe registrare un’ulteriore crescita nei prossimi mesi», affermano dall’osservatorio del portale immobiliare.
Tra le mete più ambite e più convenienti: la Spagna con occasioni a prezzi scontati, mediamente inferiori del quaranta per cento rispetto alle punte di mercato del passato. Le offerte sono concentrate lungo la costa meridionale, mentre le zone turistiche più note, come le Baleari e le Canarie, hanno registrato cali più contenuti rispetto alla media nazionale.
Rispetto all’anno scorso sono stabili gli acquisti in Grecia, dove però è difficile trovare immobili di qualità a prezzi contenuti, soprattutto nelle isole più note delle Cicladi e del Dodecaneso. In sensibile calo i Paesi dell’est Europa, che rappresentano circa il 10 per cento degli acquisti complessivi, con una forte concentrazione in Croazia. In crescita l’interesse anche per la Turchia: qui Istanbul è la meta privilegiata, con quotazioni salite di oltre sei volte in 10 anni e prospettive di rivalutazione anche nel prossimo futuro.
Infine i primi mesi del 2013 hanno visto un lieve aumento degli acquisti nei Paesi extraeuropei, esclusi gli Usa: gli investitori, spiegano da Immobiliare.it, evitano le mete ad alto rischio, sia dal punto di vista economico e politico che di trasparenza, come Asia e, soprattutto, nord Africa. In America del Sud, grande interesse per il Brasile, anche se i diffusi problemi di sicurezza comportano una concentrazione degli investimenti in alcune zone, quali gli Stati nordorientali di Bahia, Alagoas e Fortaleza, e quelli meridionali di Ilha Grande, Angra dos Reis e Rio Grande do Sul.