lunedì 7 ottobre 2013

Da chiesa a casa di lusso: ecco la storia di St Saviours, oggi «ufficialmente» sul mercato di Tiziana Minelli - Il Sole 24 Ore


Saint Saviours di Londra, a due passi dai magazzini Harrods, fino al 1998 era una chiesa, ma oggi è una dimora di super lusso. A trasformarla nella casa dei sogni e ad accrescerne enormemente il valore è stato Rigby & Rigby che si occupa di immobili di lusso, architettura e design di interni.
La chiesa di St Saviours, costruita nel 1837, è stata venduta nel 1998 dalla Diocesi di Londra in cerca di proventi economici al prezzo di 1milione di sterline. Tranne una piccola parte rimasta adibita al culto, i restanti oltre 1000 metri quadri per qualche anno sono stati di proprietà dello scrittore di musical Alain Boublil, autore fra gli altri di Les Miserables. Il librettista di origine tunisina ha trasformato la chiesa in una casa di quattro piani, dotata persino di una piscina interna. Nel 2009, per 13,5milioni di sterline, la proprietà è passata nelle mani di un ricco thailandese che non soddisfatto dell'aspetto l'ha sottoposta a un nuovo progetto di ristrutturazione della durata di tre anni e del valore di 10milioni di sterline.
Nell'aprile 2013 alcuni media inglesi si sono occupati di questa opulenta dimora.Circolavano le voci di un'imminente collocazione sul mercato. La quotazione, per quanto non ufficiale, di cui raccontavano i media britannici si aggirava intorno ai 50milioni di sterline. Ma di ufficiale non c'era nulla, tranne le foto da capogiro che il gruppo Rigby ha preparato per una apposita brochure, consultabile anche online, per mostrare i dettagli di pregio degli interni.
Poi nei giorni scorsi, su un blog americano "molto informato" che si occupa di gossip immobiliare è comparsa la notizia che St Saviours è "ufficialmente" in vendita. Oltre 1000 metri quadri, sette camere da letto di cui tre per gli ospiti, un salone alto oltre 12 metri ricavato nella navata,due cucine, sala cinema con schermo da 120 pollici, piscina interna, palestra, centro benessere sono solo alcune delle caratteristiche di questa dimora. Poi ci sono i soffitti decorati in foglia d'oro, le camere che si affacciano su quadrifore ornate che incorniciano il panorama londinese. E per completare la scenografia della navata c'è persino una scala in pietra e bronzo circolare al cui interno è collocato l'ascensore in vetro che permette di muoversi, senza troppa fatica, fra i quattro piani. E pensare che nel 1837 il terreno dove sorge St Saviours era costato soltanto 300 sterline. In quasi due secoli di lavori, ristrutturazioni e trasformazioni il suo valore si moltiplicato a dismisura.