giovedì 10 ottobre 2013

Eau: Mercato immobiliare Dubai ritrova ottimismo pre-crisi - Economia - ANSAMed.it


(di Alessandra Antonelli) (ANSAmed) - DUBAI, 10 OTT - Dopo tre edizioni sottotono a raccontare le difficolta' della ripresa del mercato immobiliare emiratino, Cityscape Global, la vetrina piu' importante di settore della regione che si conclude oggi, vibra quest'anno di un ottimismo simile a quello degli anni pre-crisi sebbene molto piu' accorto rispetto all'eventualita' di una nuova bolla.

Negli ultimi 18 mesi, complice una ritrovata confidenza nei mercati finanziari internazionali, nella definizione di uno scenario normativo che regola le speculazioni e salvaguarda gli investitori, ed una serie di annunci di progetti e mega-progetti, i prezzi degli immobili a Dubai hanno subito una decisa accellerata, trainando con se' l'incremento dei prezzi degli emirati del nord.

I dati del Dubai Land department, rivelano che le vendite degli immobili nell'emirato hanno subito un aumento del 30% nella prima meta' del 2013, mentre, indica invece la Asteco, i prezzi delle vendite sono schizzati a +42% e quelli degli affitti hanno superato il 23%. Sharjah, immediatmente a nord di Dubai ha registrato un aumento dei prezzi per gli affiti del 34%, Ajman del 19%, Ras al Khaima del 39%, Fujairah del 13. Tra i progetti a ridare ossigeno a Dubai il "Gran Canal", annunciato la settimana scorsa ridisegnera' parte della topografia dei Dubai, tagliando uno dei suoi parchi principali e tre delle maggiori arterie. Ma anche la ''Mohammad bin Rashid City'' citta' nella citta' che avra' un parco piu' esteso dell'Hyde Park ed uno dei tassi abitativi piu' bassi di qualsiasi altra citta' internazionale, il ''Mall of the World'', il centro commerciale piu' grande al mondo corredato da 100 alberghi. Annunciata inoltre la ripresa dei lavori per i parchi di intrattenimento a Dubailand, e quella di estesi progetti residenziali tra cui Palm Deira, (isola a forma di palma con 40 km di coste) seppur ridimensionata rispetto i piani originali, a firma Nakeel, il colosso semi-governativo che ha rischiato di affondare nell'immediato dopo-crisi. L'ombra di una possibile bolla, specialmente considerati i tempi brevi in cui i prezzi sono impennati, continua tuttavia a far capolino nelle analisi degli esperti di settore.

Se e' vero che dal 2008 ad oggi le autorita' hanno incrementato il costo del passaggio di proprieta' (dal 2% al 4%), hanno stabilito una commissione per le dispute sui progetti non terminati ed una per le controversie degli affitti, hanno esteso la giurisdizione del Land department ed approntato nuove leggi tra cui quelle per il conto a garanziae e di protezione per gli investimenti, queste - iniziative e normative - mancano ancora di adeguata applicazione. (ANSAmed).