domenica 6 ottobre 2013

IL RAPPORTO Valori in frenata ma le transazioni ora tornano a farsi strada - repubblica.it


Il mercato immobiliare è verso la svolta: nel secondo trimestre del 2013 rallenta la contrazione delle vendite, attestandosi al — 2% a Milano a fronte del — 4,8% del trimestre precedente. Questo quanto emerge dal rapporto dell’Agenzia delle Entrate, presentato alla Camera di commercio di Milano in occasione del convegno “Il ruolo del valutatore immobiliare e dell’esperto indipendente alla luce delle nuove qualifiche professionali”. Il convegno è stato organizzato da Osmi Borsa Immobiliare, azienda della Camera di commercio di Milano, in collaborazione con Isivi (Istituto italiano di valutazione immobiliare) e Crif certification services. Osmi rileva invece una decrescita dei valori residenziali generalizzata a tutte le tipologie e a diverse zone del capoluogo lombardo, con contrazioni dei prezzi medi cittadini che nel corso dell’ultimo anno si sono attestate tra il -2,9% degli appartamenti di nuova costruzione e il -3,7% del prodotto vecchio. Questi i dati che emergono dalla rilevazione dei prezzi sugli immobili sulla piazza di Milano e Provincia nel primo semestre del 2013, realizzata in collaborazione con Fimaa Milano Monza & Brianza. «Dopo il drammatico calo del numero di transazioni immobiliari che ha caratterizzato il 2012 — spiega Marco Dettori, presidente di Osmi — dal mercato arrivano segnali che fanno sperare in una fase di stabilizzazione. Oltre alla diminuzione dei prezzi, un’altra condizione necessaria per innescare la ripresa del comparto immobiliare è la ripartenza del
mercato del credito, che potrebbe essere incentivata dalla liquidità messa a disposizione delle banche da parte di Cassa Depositi e Prestiti. Collegata al credito è l’importanza della trasparenza delle valutazioni degli immobili da mutuare e la professionalità dei valutatori».