sabato 9 novembre 2013

Inverno in Sudafrica treni di lusso e riserve naturali di Chiara Todesco - ilmessaggero.it

Itinerari in carrozze d'altri tempi e lodge in paradisi nascosti .

Kwandwe Reserve (ph.Toni)
Oceani, spiagge, montagne, deserti e colline: in Sud Africa trovate di tutto e di più. Sono tante le esperienze da fare e ognuna ha il suo fascino. Ecco qualcuna da provare,concedendovi qualche lusso…
Per cominciare salite a bordo del Rovos Rail, il treno più lussuoso al mondo: le sue carrozze sono rivestite di legno pregiato, ci si rilassa ammirando gli splendidi paesaggi che sfilano dietro il finestrino e si gusta l’ottima cucina. Si può scegliere tra due sistemazioni: la Deluxe suite di 11 metri quadrati e la Royal Suite di 16 metri quadrati. Gli itinerari sono diversi: si parte da Pretoria e si arriva a Cape Town o viceversa, oppure sempre da Pretoria si raggiunge Pietersburg Victoria Falls o Durban e viceversa; da Cape Town si arriva a George con estensione a Knysna. Le possibilità sono tante e nel mezzo ci stanno fotosafari o «wine tasting» nelle zone dei vigneti. Si va da viaggi di 2/3 giorni a quelli più lunghi di una o due settimane. Sul sito avete tutte le informazioni e anche le tariffe.
Un altro viaggio affascinante sulle rotaie è quello che scorre a bordo del Blue Train: in pratica un albergo viaggiante, che offre tutti i comfort. Nulla è lasciato al caso: cabine raffinate, cucina eccellente, servizio curato in ogni dettaglio. Anche in questo caso si può scegliere tra diversi percorsi: Pretoria/Cape Town (o viceversa) attraversando Kimberly, Matijesfontein, l’area semi desertica del Karoo, la Hex River Valley e la cittadina di Paar; oppure La Valle dell’Olifants-Pretoria/Hoedspruit seguendo la secolare ferrovia Delagoa Bay e passando attraverso Machadadorp, Elands River Valley, Nelspruit e ancora Pretoria/Victoria Falls o viceversa.
Giù dal treno, dentro le riserve. Un’altra chicca da non perdere in un viaggio in Sud Africa è la Kwandwe Reserve, in una delle zone più belle della regione dell’Eastern Cape. Potrete dormire al Kwandwe Game Lodge (2 ore d’auto da Port Elisabeth), un posto magico che offre di lussuose suite ma soprattutto la possibilità di fare safari all’alba e al tramonto bellissimi tra elefanti, ghepardi, zebre, struzzi, giraffe, rinoceronti…Ricordatevi di vestirvi «a cipolla» perché la mattina e la sera fa davvero freddo, tanto che servono cioccolata bollente per scaldarsi, mentre quando esce il sole fa subito più caldo.
Non perdetevi poi la Garden Route, un tratto di strada spettacolare tra Port Elisabeth e Mossel Bay e, naturalmente la Wine Route (o Route 62), la strada dei vini, panoramica e affascinante, con i suoi scorci indimenticabili sulle montagne. I vini sudafricani, rossi, bianchi e rosé, ma anche spumanti, sono rinomati in tutto il mondo. Per una degustazione doc potete visitare le grandi tenute: a poca distanza da Città del Capo, ad esempio, trovate le migliori cantine. A Worcester potete invece visitare la sede delle cantine del brandy KWV.