lunedì 9 dicembre 2013

Censis: solo una famiglia su due riesce a comprare casa, trasformazioni urbane ad alto potenziale -casa24.ilsole24ore.com

Solo una famiglia su due riesce a comprare casa: la fotografia scattata dal 47esimo Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese da un lato ribadisce con chiarezza le difficoltà del mercato immobiliare (compravendite dimezzate dal 2007) ma dall'altro evidenzia come la domanda potenziale non mancherebbe se solo la situazione economica fosse migliore (e l'accesso al credito più facile).
Secondo il Censis, infatti, dal 2007 al 2012 il risparmio netto annuo per famiglia è passato da 4mila euro a 1.300 euro, mentre le famiglie che hanno manifestato l'intenzione di comprare casa nell'ultimo anno sono state 907mila, ma solo poco più della metà ha realizzato l'acquisto. Il 15% delle famiglie vive in affitto, di cui i nuclei giovani sono quasi un quarto (23,8%). La parte più consistente degli inquilini è localizzata nel Mezzogiorno (39,2%) e nelle città, con oltre 100mila abitanti (31,4%). Il 40,8% ha un reddito netto mensile di mille euro e un ulteriore 44,1% compreso fra mille e duemila euro.
La casa può essere però un volano per il rilancio dell'Economia. «È ora di guardare anche in Italia - si legge nel Rapporto - all'economia della trasformazione urbana e territoriale con i suoi diversi segmenti (grandi opere, rigenerazione urbana, edilizia residenziale, immobiliare, recupero del patrimonio storico-artistico) non più come un settore tradizionale in crisi di fatturato e occupazione, ma come un ambito in cui il ripensamento dei modelli può creare enormi opportunità».