mercoledì 5 febbraio 2014

Gb: usato in 'Schindler's List', è modello rinascita urbana -a-realestate.it


Era stato scelto per la sua aria tetra e abbandonata e perché ricordava l'architettura tedesca fra le due guerre mondiali. Così un anonimo complesso di case popolari a Woodberry Down, Hackney, nel nord-est di Londra, venne usato come sfondo in alcune scene di 'Schindler's List', il pluripremiato film di Steven Spielberg del 1993 sulla Shoah. Oggi grazie a un grande progetto di rinnovamento il centro residenziale sta diventando un modello edilizio per tutto il Regno Unito. In un sondaggio, il 90% dei suoi abitanti si sono detti soddisfatti e felici di vivere nella zona che le autorità di Hackney stanno cambiando in modo radicale, con la costruzione di nuovi edifici, scuole, biblioteche e parchi. Fino a qualche anno fa si respirava un'aria ben diversa. Come gran parte del quartiere di Hackney, da anni rinato è diventato la nuova meta dei giovani professionisti londinesi, Woodberry Down era invaso da gang che vendevano droga e prostitute. Aggirarsi da quelle parti era considerato molto rischioso quando calava la notte. Ed ecco quindi perché lo aveva scelto Spielberg per una delle scene del film. Il complesso era stato costruito dopo la Seconda guerra mondiale: erano stati creati numerosi condomini in certi casi usando il cemento dei rifugi antiaerei. La sua rinascita negli ultimi anni è stata possibile grazie ai residenti che hanno preso parte ai progetti di ristrutturazione, presentando delle loro proposte.

Scopri le nostre offerte immobiliari su LuxuryandTourism