venerdì 16 agosto 2013

Mercato immobiliare: le opportunità vengono dall’estero - wakeupnews.eu



È un’occasione d’oro per tutti gli italiani che posseggono più di un immobile e che sono stanchi di pagare l’IMU senza ricavare guadagni da quello che anni fa era considerato un “investimento sicuro”: si tratta del mini boom degli stranieri che comprano casa in Italia.

Sembra paradossale ma grazie alla crisi si apre una nuova opportunità di rivalutare il patrimonio immobiliare italiano e rilanciare anche territori e località. È  grazie ai prezzi in calo che molti più stranieri di prima scelgono di coronare un sogno che magari coltivano da sempre: una casa in Italia. Secondo il portale Gate-Away.com la domanda di casa da comprare è cresciuta del 68% rispetto all’anno scorso, una crescita molto veloce e sorprendente viste tutte le altre stime in negativo del settore.
Gate-Away.com è l’unico portale italiano, nato nel 2007, ad aver fiutato questa occasione d’oro fornendo così un servizio che mancava al web italiano. Eppure il Bel Paese è ancora bello per molti e sono tantissimi i tedeschi, russi, francesi, statunitensi, belgi, svizzeri o norvegesi alla ricerca dicase in vendita in Italia. Le occasioni non mancano ed i turisti del mattone sembrano sapere dove andare: preferiscono i piccoli centri dell’entroterra, in cui i prezzi sono più bassi che al mare o nelle città più grandi. Oltre al vantaggio economico c’è anche quello personale: niente caos, niente stress e la possibilità di spostarsi facilmente tra mare, montagne e città d’arte, una caratteristica unica dell’Italia che offre in poco spazio realtà dalle mille sfaccettature.
Questo mini boom deve essere sfruttato a dovere sia dai privati che sono in possesso di case “appetibili” sia dalle stesse istituzioni che, vista la situazione di emergenza in cui versano le compravendite immobiliari, potrebbero agevolare gli stranieri interessati. Le lungaggini burocratiche sono molte in Italia e purtroppo scoraggiano chiunque ad investire, anche gli stessi italiani, e la tassazione elevata è un altro nodo da sciogliere per tornare a crescere: gli stranieri che comprano casa in Italia devono pagare la corrispondente IMU per la seconda casa. Servirebbe un incentivo che permetta a chi compra una seconda casa in Italia di evitare di vedersi caricato di eccessivi esborsi.
Mancano anche gli intermediari esperti in questo tipo di compravendite: troppo spesso in Italia l’agente immobiliare è un semplice “venditore di case”. Si tralascia così il ruolo di consulente per un investimento a lungo termine, qual è un immobile, che dovrebbe guidare il compratore straniero a una maggiore comprensione del contesto in cui si trova l’edificio scelto, il suo valore nel tempo, il valore della zona, la presenza o meno di altri compratori stranieri.
Insomma la domanda cresce velocemente, l’offerta di immobili invenduti è vasta: dobbiamo solo rimboccarci la maniche per sfruttare questa occasione che si è aperta in modo inaspettato in un periodo buio.

Rating: 1.0/10 (1 vote cast)