mercoledì 13 novembre 2013

Dopo Florida e Singapore la Colombia: Pininfarina guarda al real estate in Sudamerica -ilghirlandaio.com

Ora tocca alla Colombia: il progetto di espansione nel real estate del gruppo Pininfarina procede a grandi passi. Con una partnership con la colombiana Haceb, società specializzata in elettrodomestici, l'azienda torinese conferma la sua doppia strategia: aumentare la presenza nel mercato sudamericano e rafforzarsi nel residenziale. "Questo primo passo ci porta a contatto con il mondo del real estate in generale", ha detto il managing director di Pininfarina of America Corp. Matteo De Lise, in un'intervista a Il Ghirlandaio, spiegando che la missione dell'azienda "è portare il lifestyle Pininfarina dalle auto di lusso alle case, dai mobili agli oggetti di uso quotidiano".

Un investimento "considerevole è necessario in questa prima fase per acquistare credibilità e radicare la propria presenza, anche perché la visione è di crescita sul lungo periodo. Le nuove proposte Pininfarina "saranno studiatesu misura per il mercato colombiano, come sempre quando il gruppo opera nel campo dell'architettura e dell'interior design, e interpreteranno le dinamiche sociali e le abitudini delle famiglie secondo il nostro stile di eleganza, innovazione ed essenzialità", precisa De Lise.

Proposte che, per ora, nel mercato colombiano si limitano agli elettrodomestici, poiché questo è il core business di Haceb. Ma Pininfarina non nasconde di guardare oltre, ovvero a collaborazioni con altre aziende locali che permetterebbero di creare sinergie di marketing e di prodotto. Intanto, in altre aree del Sudamerica la presenza del gruppo di Torino già radicata. Soprattutto in Messico: risale infatti al 2007 il primo progetto residenziale, a cui è seguito il successo del cellulare Motorola i833 Pininfarina e, di recente, la partnership con la compagnia aerea Interjet, che ha acquistato venti nuovi velivoli regionali superjet100 con interni firmati dal gruppo italiano. "Parallelamente stiamo avviando alcune conversazioni con importanti realtà leader in altri paesi dell'America Latina, di cui vi daremo riscontro appena avremo sviluppi concreti", ha anticipato il managing director.

E ancora, Brasile e Argentina, dove Pininfarina sta sviluppando in particolare i settori del real estate, del medicale e di altre industrie strategiche. In Brasile, infatti, il gruppo sta portando avanti progetti nella nautica e nel real estate, mentre in Argentina sta sviluppando un nuovo concetto di marina, basato su tecnologie avanzate.

Il vero trampolino di lancio per il settore del real estate è stato per Pininfarina l'esclusivo condominio Millecento di Miami, di cui il gruppo ha progettato gli interni: 400 appartamenti venduti tutti nella primavera dell'anno scorso in soli tre mesi. Un successo che ha spinto il cliente, Related Group, a commissionare un altro progetto sulla spiaggia di Hallandale, non lontana da Miami, anch'esso quasi completamente sold out in pochi mesi. Pinifarina ha così deciso di consolidare la propria presenza nella città con un ufficio dedicato proprio al settore immobiliare e che è "il risultato dell'attuazione di un piano strategico che vede la Pininfarina rafforzare i propri investimenti nei settori extra automotive, con l'obiettivo di sviluppare sempre più opportunità di impiego dei nostri asset cardine, ossia la creatività e il brand", ha confermato De Lise.

Non solo nel continente americano. A Singapore è in via di costruzione il condominio di lusso Ferra: una torre di 102 metri per soli 104 appartamenti di cui Pininfarina ha curato sia l'architettura che l'interior design. Il mondo dell'architettura nel suo complesso, insomma, "è diventato oggi la grande opportunità per integrare in un solo progetto tutta la visione Pininfarina: è un'esperienza di design esclusivo che abbraccia tutti gli elementi, i luoghi e le cose che caratterizzano lo stile di vita di una persona".