giovedì 19 dicembre 2013

La Repubblica Dominicana sfida la crisi e cambia volto - lagenziadiviaggi.it


Cresce, nonostante la crisi globale, il turismo nella Repubblica Dominicana. Nei primi otto mesi dell’anno gli arrivi sono cresciuti di circa il 2%, per un totale di 2 milioni e 893mila visitatori. Tra i principali mercati, restano saldi al primo posto gli Stati Uniti, seguiti da Canada, Francia, Germania e Russia. Trend positivo per l’Italia, da cui sono arrivati 52mila vacanzieri, in linea con il 2012.


Il leisure batte il business travel, con una prevalenza di famiglie, coppie, gruppi di amici e infine viaggi di nozze. La permanenza media è stata di nove notti e la spesa giornaliera pro capite nel Paese è aumentata del 3,7% rispetto all’anno passato.

«La fase di difficoltà dell’Italia, e più in generale dell’Europa, non ci ha impedito di migliorare le performance – afferma Neyda Garcia, direttrice dell’ufficio del turismo dominicano nel nostro Paese – Questi buoni risultati sono stati ottenuti grazie anche al consolidamento dei rapporti commerciali tra tour operator, adv, compagnie aeree e rappresentanti locali».

L’altra isola, tutta da scoprire
Nel 2014 la Repubblica Dominicana punterà su località insolite: «Intendiamo promuovere aree ancora poco conosciute sul mercato italiano, come la provincia di Barahona. Nel frattempo tenteremo di rilanciare la zona di Porto Plata, nel nord del Paese, e la penisola di Samanà». Sul piano tematico, «insieme all’offerta mare, vogliamo spingere su golf ed ecoturismo», informa Garcia.


Per far valorizzare i molti luoghi ancora da scoprire, l’ente ha creato le “Rutas”: «Itinerari guidati eco-solidali tra piantagioni di zenzero, cacao e caffè, che permettono di conoscere tutte le fasi della lavorazione, dalla coltivazione alla produzione, insieme con gli usi e le antiche tradizioni delle popolazioni».

Da Barahona a Puerto Plata
«Posta nell’area sud-occidentale dell’isola, la regione di Barahona ha un aspetto naturale unico, con diversi microclimi», spiega Elena Nunziatini, direttore esecutivo del Cluster di Barahona. «In quest’area – informa – c’è la riserva della biosfera Jaragua, con la laguna di Oviedo e le spiagge intatte della Baja de Las Aguilas, ma anche i Parchi nazionali del lago Enriquillo, popolato di diverse specie di coccodrilli, iguane e fenicotteri, e quello della Sierra de Bahoruco, molto indicato per vacanze all’insegna del birdwatching».


«E ancora –prosegue Nunziatini – le piantagioni di caffè a Polo e le fonti termali della zona costiera a San Rafael e El Quemaito. La regione si presta a proposte di viaggio dedicate alla salute, al benessere, alla gastronomia e all’ecoturismo, con percorsi in bicicletta, possibilità di trekking, escursioni a piedi e a cavallo, oltre alla vela e al windsurf. Quanto agli alloggi, la maggior parte sono strutture a gestione familiare con servizi personalizzati».

A nord dell’isola c’è Puerto Plata, una delle prime destinazioni aperte al turismo 40 anni fa, celebre per la vivace movida notturna. Questa località si distingue per una bella spiaggia indicata per tutti gli sport acquatici, tra cui surf a Cabarete, snorkeling nella barriera corallina a Sosùa e torrentismo tra le 27 cascate di Damajagua. Molti i campi da golf, come il Playa Grande Golf Course a Rio San Juan con il suo green tra le palme affacciato sulle scogliere. Entro il 2014 entrerà in funzione anche l’Amber Cove Cruise Center, un nuovo terminal per le crociere.

Le nuove aperture
Tra le ultime novità della destinazione, l’ufficio del turismo segnala la recente apertura del Breatheless Punta Cana della catena AM Resorts, esclusivo rifugio per adulti tra locali notturni e bellissime spiagge; e il The Westin Puntacana Resort & Club, aperto a dicembre nella zona di Playa Blanca, dotato di un centro congressi per 400 persone e un’area per matrimoni. Qui gli ospiti hanno accesso alle 45 buche dei campi da golf Corales e La Cana, alla Riserva ecologica Ojos Indigenas tra sorgenti naturali e sentieri naturalistici, al percorso equestre e al centro benessere della struttura. 




..................scopri le nostre offerte immobiliari su Luxury & Tourism