giovedì 13 marzo 2014

Il ceo del Nyse sceglie le colline di San Casciano dei Bagni per la sua casa colonica -casa24.ilsole24ore.com

Ha scelto le colline della Toscana per rilassarsi dalle fatiche del Nyse, la Borsa di New York di cui è amministratore delegato: Duncan Niederauer, 53 anni, ha appena perfezionato l'acquisto di una casa colonica a San Casciano dei Bagni, paesino ai piedi dei monti Cetona e Amiata nella parte più meridionale della provincia di Siena, conosciuto per le acque termali che alimentano una delle Spa più belle d'Europa, il centro termale Fonteverde dell'imprenditore pratese Leandro Gualtieri.
E proprio a Prato era Duncan lunedì 10 marzo (dopo un fine settimana trascorso a Fonteverde), nello studio del commercialista Alessandro Giusti al quale ha conferito la procura per seguire i suoi affari in Italia. Perché comprare una casa in Toscana? «Perché la mia famiglia ama il vostro paese – risponde Duncan rivelando che la figlia adora la Nutella – e perché quando veniamo qui non vogliamo essere solo turisti, ma anche membri attivi della comunità».

La Toscana ha "stregato" ancora una volta un top manager internazionale: «Speriamo che quella di San Casciano dei Bagni diventi la nostra casa quando non siamo negli Stati Uniti», aggiunge il ceo di New York Stock Exchange, che per le sue vacanze italiane si è assicurato la colonica che fu di Alessandro Gassman.

Una casa non troppo grande, con piscina, che ora probabilmente Duncan ristrutturerà per dare la propria impronta, con la speranza poi, dice tra il serio e lo spiritoso, di ottenere la cittadinanza onoraria, «come mi aveva promesso l'ex primo ministro Letta». Ora però Letta – che Duncan aveva ospitato nei mesi scorsi alla Borsa di New York, come aveva fatto prima con Mario Monti – non è più a capo del Governo, e la sfida del successore Matteo Renzi sarà quella di «dare stabilità politica all'Italia», elemento fondamentale per attrarre investitori, insieme con un sistema giudiziario che funziona. La visita di Obama in Italia, il prossimo 27 marzo, sarà l'occasione per «proporre al presidente americano una visione del futuro politico del Paese», sottolinea Duncan pur ricordando che «se Obama fosse venuto per la terza volta negli ultimi otto mesi, avrebbe incontrato il terzo presidente del Consiglio».
Scopri le nostre offerte su LuxuryandTourism