sabato 29 marzo 2014

Non avete idee per Pasqua? Ecco qua il mio spunto alternativo per quest'anno -di Martina Carolo per www.luxuryandtourism.com


Buongiorno amici,
manca meno di un mese a Pasqua e scommetto che già tanti di voi sono alle prese in internet alla ricerca del weekend perfetto per decidere dove passarla.
Ok, se fosse così, significa che non facciamo parte di quel gruppo di fortunati che possiede una casa in giro per il mondo www.Luxury&Tourism.com 

Io però oggi consiglio a chiunque di prendere e partire per Siviglia. La città che ti accoglie con il sole, le palme e gli alberi ricchi di arance. Flamenco, azulejos e corrida, gli altri simboli. Ma durante la Semana Santa, non c’è luogo come questo dove ho visto e respirato una religiosità così vera e autentica. E’ una grande e unica festa che si svolge per le strade con l’odore dell’incenso che si mescola a quello della birra e dove le immaginette sacre diventano l’involucro di dolci caramelle.

Una grande emozione vedere sfilare, la statua della Virgen, tra le lacrime e le urla di gioia della gente. Farsi coinvolgere da un silenzio surreale quando invece a sfilare è il paso della Passione di Cristo. Un brivido potrebbe percorrervi la schiena intravedendo i nazarenos, con i loro cappucci colorati, che camminano a piedi nudi, in questo immenso tappeto fiorito.

Croce e delizia.

La delizia inoltre arriva quando trascorri un’ora e mezza nei banos arabes, tra idromassaggi, hammam e nettari d’ambrosia fuori dal tempo. Nelle strade di questa ex capitale moresca è facile incontrare ballerine di flamenco, artisti di strada gitani e cowboys andalusi.
Quest’anno sul calendario la Semana Santa sarà dal 13 al 20 aprile.

I volants e i pois sono gli elementi che più identificano la moda flamenca, ma è vero che è impossibile indossarli nella vita di tutti i giorni quindi sono gli accessori quasi sempre vistosi, enormi e barocchi dal fascino gitano ad averla vinta soprattutto da portare sia sui vestiti eleganti che sui classici jeans e camicetta.

Io adoro quelli di Artepeinas, enormi ma incredibilmente leggeri, creati con una tecnica ispirata al laccato giapponese, che ripropongono angoli di Siviglia e figure tratte da quadri celebri.