sabato 29 giugno 2013

L'immobiliare Usa mette in crisi le star, da Madonna a Katy Perry le case restano invendute - ilghirlandaio.it


L'immobiliare Usa mette in crisi le star, da Madonna a Katy Perry le case restano invendute

L'immobiliare Usa mette in crisi le star, da Madonna a Katy Perry le case restano invendute
L’ultima in ordine di tempo è la cantante pop Katy Perry, decisa a liberarsi della casa holliwoodiana acquistata con l’ex marito Russel Brand, a tal punto da svenderla a 4milioni e mezzo di dollari nonostante sia stata valutata oltre 6 milioni, ed acquistata dalla coppia nel 2011 per 5 milioni di dollari.
Sette camere da letto, 11 bagni, una piscina con cascata, la dimora è circondata da un giardino di tre acri e si trova a un isolato dalla famosissima Sunset Strip di Los Angeles.

A Las Vegas c’è invece la proprietà di Carlos Santana che aspetta un nuovo proprietario. Messa in vendita dopo soli tre mesi dall’acquisto a quasi il doppio della cifra spesa dal musicista (6 milioni contro 3,5 milioni di dollari), è rimasta invenduta finora e la somma richiesta è tornata quella iniziale. Insomma, nonostante sia una delle abitazioni più all’avanguardia in fatto di domotica, oltre ad essere stata abitata da una grande star, non sembra avere il giusto appeal che porti alla chiusura di una compravendita.

A Miami è Matt Demon che tenta l’affare: venti milioni di dollari per aggiudicarsi la casa dell’attore, oltre mille metri quadri su due piani con piscina, laghetto, dieci bagni, terrazza sul tetto e sala cinema. Oltre ad una schiera di vicini famosi almeno quanto il proprietario: Jennifer Lopez, Ricky Martin e Calvin Klain solo per citarne alcuni.
In Europa, e per la precisione in Svezia, è Ibrahimovich che aspetta di vendere la villa di Malmoe da 800 metri quadri con vista mare. Al momento è su mercato da due mesi per 4,5 milioni, esattamente uno in più del prezzo di acquisto.

Chi ha venduto, ma solo dopo una lunga attesa ed un considerevole sconto sul prezzo, è Madonna, con il suo celebre appartamento affacciato su Central Park. Da 23,5 milioni di richiesta iniziale ha concluso la trattativa per 19,5 milioni. Un flop anche per Dominique Strauss Khan che si è dovuto accontentare di 3,3 milioni di dollari al posto dei 5,2 richiesti, per poter vendere la sua casa di Washington, che usava quando era a capo del Fondo Monetario Internazionale. L’unica ad aver fatto un buon affare sembra essere Jodie Foster, che dopo aver abitato nella sua villa di Hollywood in stile spagnolo per 15 anni, ha scelto di venderla per 6,4 milioni di dollari. Guadagnando sicuramente rispetto alla cifra spesa nel 1997.