mercoledì 11 settembre 2013

Ue: segnali di ripresa per mercato immobiliare Fatturato 2013 in lieve crescita, Italia ferma ma non crolla (ANSA)



(ANSA) - MILANO, 11 SET - Per il mercato immobiliare europeo la fase recessiva sta per terminare, ma la ripresa ancora non c'è. ''Nel 2014 si prevede un lento miglioramento dei mercati con una decisa ripresa di hotel e case di lusso e della grande distribuzione''. Quanto all'Italia, ''è ancora ferma ma non crolla'' e dovrebbe chiudere l'anno in positivo. La stima arriva da Scenari Immobiliari, che oggi ha presentato il rapporto 'European Outlook 2014', le cui considerazioni saranno approfondite nel XXI Forum che si apre il 13 settembre a Santa Margherita Ligure. Dopo un calo di quasi il 3% nel 2012, il fatturato immobiliare nei cinque principali Paesi europei (Francia, Germania, Inghilterra, Italia e Spagna), dovrebbe chiudere il 2013 con una lieve ripresa, sopra all'1% trainata dalla Germania (+3%). Per il 2014 si attende una crescita di circa l'1,7% con un lieve miglioramento (+1%) anche in Italia, sebbene inferiore alla media europea. Intanto il paese si appresta a chiudere l'anno con un fatturato a +0,6%, mentre prosegue il calo di Spagna (-0,5%) e Francia (-0,4%). Il prossimo anno, secondo Scenari Immobiliari, ''tutti i mercati dovrebbero aver lasciato alle spalle la fase recessiva e ricominciare a crescere, in misura variabile dallo 0,8% della Francia al 3,6% della Germania. Per la Spagna si ipotizza una situazione di stabilità (+0,2%) mentre l'Inghilterra crescerebbe del 2%. (ANSA).