domenica 25 agosto 2013

Real estate: per il conte Carlo Borromeo solo delusioni dal patrimonio immobiliare - ilmondo.it



Real estate: per il conte Carlo Borromeo solo delusioni dal patrimonio immobiliare
Milani, 23 ago - Valgono quasi 70 milioni di euro gli immobili posseduti dal conteCarlo Ferdinando Borromeo Arese, padre fra l’altro diLavinia, moglie del presidente di Exor e Fiat John Elkann e di Isabella, consorte del petroliere Ugo Brachetti Peretti. Ma il ricco patrimonio di mattoni, che consiste in proprietà di prestigio situate per lo più nel centro di Milano, non ha dato grandi soddisfazioni, perché secondo quanto ricostruito da ilmondo.it ha accumulato nel 2012 perdite per oltre 835 mila euro a fronte di un flusso derivante dagli affitti di 1,8 milioni. 

Il patrimonio di mattoni dei Borromeo Arese è raggruppato in tre società principali: l’Immobiliare Piazza S. Ambrogio 10 ha un attivo di 35,1 milioni e ha incassato 745 mila euro di locazioni con perdite per 355 mila euro, la controllata Bisceglie 91 con un attivo di 4,7 milioni, solo 11 mila euro di affitti e un rosso di 374 mila euro e l’Immobiliare Tre Cerchi che vanta asset per 28 milioni e ha segnato affitti per oltre 1,1 milioni che non hanno però evitato una perdita di 106 mila euro. In tutto le tre società hanno debiti verso banche per oltre 5,7 milioni e l’Immobiliare Sant’Ambrogio detiene anche attraverso la controllata Sequoia dei terreni siti a Bornasco (Pavia) interessati da un progetto di sviluppo immobiliare.

L’altra attività del conte Borromeo è quella di gestore di Costarossa, società titolare dei vasti terreni agricoli in Lomellina dove sorge l’omonima azienda agricola che possiede oltre 1.400 capi di bestiame ed è il primo produttore di latte della Lombardia. 

Andrea Giacobino
twitter @andreagiacobin1