mercoledì 18 settembre 2013

IMMOBILIARE: SULTANO DEL BRUNEI COMPRA HOTEL EDEN A ROMA PER 105 MLN -2- borsaitaliana.it



(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 18 set - Con l'hotel Eden il sultano del Brunei raddoppia la sua presenza in Italia dopo aver acquistato nel 2003 un altro hotel, il Principe di Savoia di Milano per 275 milioni di euro (257 stanze e 44 suite). L'albergo sara' gestito da Dorchester Collection che continuera' a lavorare a stretto contatto con il precedente management assicurando continuita' nel passaggio per i suoi ospiti, i partner e i dipendenti
"L'Hotel Eden - sottolinea in una nota l'a.d. di Dorchester Collection - Christopher Cowdray - costituisce un'aggiunta interessante al nostro portafoglio alberghi dal momento che e' uno tra i piu' dei magnifici e rinomati alberghi in una cornice di eccezione. Il suo status quale punto di riferimento, il suo passato e la sua personalita' ne fanno un perfetto complemento ai nostri altri nove hotel in Gran Bretagna, Francia, Svizzera, Italia e Stati Uniti". Costruito inizialmente nel 1834 e convertito in albergo nel 1889, Hotel Eden sara' oggetto di "un restauro minuzioso per valorizzare il patrimonio culturale dell'edificio e per ricollocare l'hotel tra i primi posti sul mercato degli alberghi di lusso in linea con il portafoglio di Dorchester Collection", spiegano i nuovi proprietari. Tempi e portata del restauro sono in fase di definizione. Nell'operazione Freshfields ha assistito Starman per gli aspetti relativi al rimborso del finanziamento assunto in occasione della precedente acquisizione dell'Hotel da parte di Starman, con un team composto dal partner Corrado Angelelli e dall'associate Francesco Lombardo. Le banche sono state assistite dallo Studio Legale Mercanti Dorio con un team composto dal partner Giuseppe Mercanti e dall'associate Giulia Ferrari. Mauro Savoia di Three Stars Capital Partner ha affiancato Starman per gli aspetti finanziari dell'operazione. Il gruppo Dorchester e' stato assistito da Dentons, con un team composto dai partner Mark Daliere e Matthew Tinger, e da Carnelutti Studio Legale Associato di Milano con un team composto dai partner Luca Arnaboldi e Benedetta Amisano. Completano gli advisors di Dorchester Group, Beacon Hospitality Partners e PwC.