giovedì 13 febbraio 2014

Milano: inaugurato Unicredit Tower -a-realestate

Inaugurazione in pompa magna per Unicredit Tower, il grattacielo che ha cambiato lo skyline di Milano. All'evento per presentare in via ufficiale l'edificio che ospita su 31 piani la direzione generale del gruppo bancario e circa 4.000 dipendenti, è intervenuto il premier Enrico Letta. Letta, affiancato dal presidente di Unicredit Giuseppe Vita e dal'ad Giuseppe Ghizzoni, si è fermato con oltre 200 persone, fra invitati e giornalisti, al secondo piano della Torre A in uno spazio che con la bella stagione si aprirà su una terrazza affacciata sulla nuova piazza Gae Aulenti. Il presidente del consiglio non ha mancato di intervenire con una battuta, rivolta al presidente della Lombardia Roberto Maroni (che ha ereditato da Roberto Formigoni il grattacielo della Regione), sulle passate polemiche su quale sia l'edificio più alto d'Italia (quello di Unicredit grazie al pennone raggiunge i 231 metri mentre quello della Lombardia arriva a 161,3 metri): ''Questo grattacielo è più alto di quello della Regione - ha osservato Letto ridendo -. Mi hanno detto così, no? Spero comunque che qualcun altro lo superi ancora''. All'evento c'erano alcuni componenti del cda di UniCredit fra cui il vicepresidente di Unicredit Fabrizio Palenzona, uomo forte della fondazione Crt, il presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo Giovanni Bazoli insieme a quello di Fondazione Cariplo, Giuseppe Guzzetti. Presenti poi il numero uno dell'Abi Antonio Patuelli, il leader di Confindustria Giorgio Squinzi, Romani Prodi e il sindaco Giuliano Pisapia, oltre a Manfredi Catella di Hines, proprietario dell'immobile. L'appuntamento è stato preceduto dall'inaugurazione della filiale flagship in piazza Gae Aulenti con vetrine che diventano schermi interattivi quando cala la luce del sole. Poi in serata, spettacolo all'aperto con 5 orchestrali della Filarmonica della strada e 5 musicisti di strada che sono stati selezionati sul web.

Scopri le nostre offerte immobiliari su LuxuryandTourism