martedì 11 febbraio 2014

Whitney Houston; la sua casa non trova acquirenti -news.immobiliare.it

Sono passati quasi due anni dalla tragica ed improvvisa scomparsa di una delle cantanti più amate e sfortunate della musica mondiale; l’11 febbraio del 2012, poche ore prima della cerimonia di assegnazione dei Grammy, in una stanza di albergo veniva ritrovato il corpo senza vita di Whitney Houston, stroncata, si scoprì dall’autopsia, da un mix letale di droghe ed alcol.
Lo sciacallaggio, proprio di molte persone quando vengono a mancare celebrità di questo tipo, portò subito l’agente immobiliare che aveva avuto il mandato a pubblicizzare immediatamente la vendita dell’immobile in cui la Houston visse (e si sposò) con il cantante Bobby Brown, a detta di tanti la prima e principale causa del declino della diva.
La casa del New Jersey con pianta semi circolare in cui i due vissero assieme alla loro figlia (ed erede principale del patrimonio della madre), come noi stessi di Immobiliare.it vi avevamo prontamente riferito, era stata immessa sul mercato con una richiesta da capogiro: 1,75 milioni di dollari. Evidentemente qualcosa non è andato per il verso sperato dal proponente e l’immobile, che nei suoi 1.300 metri quadrati ospita ben 5 camere da letto, 6 bagni, una piscina coperta, campi da tennis, un garage in grado di ospitare sei automobili e poggia su una proprietà complessiva di 24 acri, è ancora in vendita tramite un intermediario che ha suggerito di ridurre il prezzo richiesto portandolo a “soli” 1,499.999 dollari, con quell’euro di differenza sul milione e mezzo di dollari che suona come un’ulteriore offesa per la cantante di I will always love you e altri successi; come se fosse una scatola di cereali in promozione in un qualunque supermercato metropolitano.

Scopri le nostre offerte immobiliari su LuxuryandTourism