venerdì 12 aprile 2013

Il mutuo, una chimera quasi per tutti da www.abitantionline.it


Il mutuo, una chimera quasi per tutti da www.abitantionline.it

12/04/2013 

Un dato sconfortante che testimonia, una volta di più, le difficoltà attraversate dall'universo bancario. Prima dell'inasprirsi dell'ultima crisi del debito, a inizio 2011, le richieste di mutuo accolte si attestavano intorno al 9%.

È sempre più difficile ottenere un mutuo. Lo sanno bene gli operai che, secondo un'analisi effettuata, mostra come solo il3,5% delle domande di mutuo effettuata dalle tute blu si sia poi trasformata in un prestito. "Negli ultimi sei mesi abbiamo esaminato all'incirca 20mila domande. E solo il 5% di queste si è poi trasformata in una erogazione" dichiara a Lorenzo Bacca, responsabile di Mutui.it che, grazie agli accordi presi con le principali banche italiane confronta e seleziona le offerte presenti sul mercato a seconda delle esigenze dell'utente. 
Un dato sconfortante che testimonia, una volta di più, le difficoltà attraversate dall'universo bancario. "Prima dell'inasprirsi dell'ultima crisi del debito sovrano, a inizio 2011, le richieste di mutuo accolte si attestavano intorno al 9%, quasi il doppio rispetto ad oggi" commenta il manager.

Non per tutti tuttavia l'acquisto di una casa è così complicato. Le banche, come ci si poteva attendere, prediligono le posizioni sicure e dagli stipendi elevati. Quadri e funzionari ottengono il via libera sui mutui nel 14% dei casi (ma attenzione, la percentuale nel caso dei dirigenti, più facilmente licenziabili, si dimezza al 6,6%), gli insegnanti hanno in media risposte affermative nel 10,7% dei casi e sono seguiti a ruota da medici (al 7,6%), dai pensionati (al 7%) e, per finire, da quel che rimane della classe media italiana: le domande di impiegati e liberi professionisti conquistano un mutuo nel 5% dei casi. Il fanalino di coda è rappresentato dalle forze armate (al 4,4%) e dagli operai (al 3,5%).