mercoledì 27 novembre 2013

A Roma 7 studenti su 10 affitano in nero -news.immobiliare.it

Purtroppo il fatto che quella degli affitti in nero sia una piaga per moltissime città universitarie o, comunque, dove sono tanti i fuori sede è ormai una cosa nota, ma vedere nero su bianco i numeri degli affitti non dichiartati lascia comunque interdetti; negli scorsi giorni è circolata sui giornali la notizia di un uomo di ottanta anni, già segnalato alla Guardia di Finanza, che non dichiarava i canoni incassati di alcuno dei 47 immobili di sua proprietà e locati senza contratto o registrazione di qualsivoglia tipo a studenti.
Un’evasione fiscale scoperta dalla Guardia di Finanza della Capitale che ha condotto al sequestro di tutti gli alloggi affittati in nero per un controvalore complessivo di 13,5 milioni di euro.
La battaglia intrapresa dalle Fiamme Gialle di Roma contro gli affitti in nero ha portato a scoprire come il 70% degli studenti fuori sede che frequentano gli atenei della città  non abbia un regolare contratto. Per questo motivo, l’Agenzia delle Entrate del Lazio, la Regione, Roma Capitale, l’Università La Sapienza, l’Università Roma Tre e Roma Tor Vergata hanno siglato il “Patto Antievasione” che ha reso molto semplice agli studenti denunciare al 117 gli affitti irregolari.
I primi numeri sembrano dimostrare come l’iniziativa stia ottenendo un grande successo; le denunce di irregolarità sono cresciute del 250% rispetto allo scorso anno, le verifiche da parte delle forze dell’ordine sono aumentate del 179% e questo ha permesso di recuperare 27 milioni di euro evasi dal 1 gennaio 2013 a oggi.