martedì 21 gennaio 2014

Una casa a Londra! -designgiuseppezanella.blogspot.it/


L'investimento immobiliare è chiaramente un progetto ambito e molto interessante, se poi è in una città come Londra lo è ancora di più.
Qualche anno fa per mio cognato ho seguito l'acquisto di un appartamento nella "City of London" e come esperienza direi  che è stata entusiasmante ma nello stesso tempo anche molto sofferta.



Nonostante frequenti Londra dal 2000 mi è sembrato di non conoscerla abbastanza anzi, da come sono andate le cose direi che non la conoscevo affatto. Ho trovato un mercato immobiliare così vasto e diversificato che da subito è stato necessario fare una selezione.
Londra è formata da 32 Council con oltre 13 Milioni di abitanti, direi che è più facile trovare un ago nel pagliaio che una casa a Londra.

Abbiamo eliminato da subito quelle zone in cui il nostro budget non sarebbe mai stato sufficiente, ed anche quelle troppo lontane dal "centro".  La prima della lista la è stata la "city", troppi e troppi uffici, poi la zona di Chelsea, Kensington e Notting Hill troppo da vip miliardari, poi quella del Myfair a ridosso di Hide Park troppo da ricchi bancari, quella di Knightsbridge troppi negozi di alta moda (non va bene), ed alla fine Regent Park e Bayswater troppi e troppi Hotel, in pratica tutta la zona 1 ed anche una parte della 2.
Se il budget delimita la spesa, depennare è il lavoro più facile.
Qualche visita nella "Luxury Zone" però l'abbiamo fatta, volevo comunque soddisfare la mia curiosità di vedere appartamenti da sogno! In tutti questi anni ci siamo limitati ad ammirare e commentare dall'esterno, e l'occasione di entrare era arrivata! Chiedere all'Estate Agent a Chelsea di effettuare alcune visite mi metteva una certa soggezzione, avevo paura di essere giudicato il solito italiano "sbruffone", e invece ho trovato una grande e serena disponibilità, di una persona assolutamente "friendly". A Milano questo non sarebbe di certo accaduto.

Grazie a questa operazione immobiliare ho scoperto alcune zone meravigliose di Londra, interi quartieri total white e fabbricati storici mozzafiato, una visita diversa dalle solita gita turistica o da tour dello shopping.
Scartata tutta la zona 1, abbiamo individuato sulla London map le sottozone della 2, e anche lí l'enorme estensione mi ha fatto scappare una grassa risata. Ma quanto è grande questa Londra?

Fatte le dovute riflessioni sulle varie "zone", collegamenti "tube and bus", zone commerciali, aree verdi, servizi disponibili del council, affidabilità e qualità della vita di quartiere, nuove aree immobiliari e prospettive di sviluppo, ecco che la scelta ricade in una zona già conosciuta a sud di Londra e cioè Brixton nel "council of Lambeth"! dove già si abitava.
E allora che ricerca è stata? una ricerca di conferme direi! e visto l'acquisto, di una camera ed un bagno in più !
A conferma delle nostre scelte anche il "londonsetup" la definisce "Good live music venues & Club, and cheap", che dire " so great ".

     

Complessivamente la parte nord/ovest di Brixton è piacevole, molto friendly e fulcro dell'arte teatrale e musicale, con nuove soluzioni immobiliari e con spazi molto green (Claphman Common park).



Una vecchia abitazione Londinese ha un fascino meraviglioso, ma poco collima con le abitudini "made in Italy".
L'appartamento nella vecchia "Residential House" era bellissimo, ma con tantissimi lavori da eseguire ed il vincolo della "listed building" di certo non aiutava. Entrando, sono venuto a conoscenza del vincolo di dover mantenere la mouquette, come anche la questione bidet, che non è contemplata nei bagni, (ma se ne può fare a meno), ma reinserire la rubinetteria "hot & cold" separata  direi proprio no!

Abbiamo spostato la nostra attenzione su altri edifici, per esempio quelli in corso di costruzione, tecnologicamente più avanzati (miscelatori su ogni lavabo) con un'architettura certamente più moderna. La scelta di questa soluzione è stata più semplice e quindi facile. Non è stato facile invece comprendere le varie tecniche e tipologie costruttive, cartongesso in ogni dove, impianti di riscaldamento apparentemente sottodimensionati con caloriferi elettrici ad integrazione, impianto elettrico "hight safety" con norme stravaganti, boiler per acqua calda altamente sovradimensionato che consente di fare la doccia in 10 persone contemporaneamente. Un pensiero nasce spontaneo: così grande perché è consuetudine far fare la doccia a tutti gli ospiti durante un party? Bah!
Non dimentichiamo la fantomatica mouquette, quella non manca mai! i pannelli solari in copertura però sono molto "green solution".
Mi sentivo dunque pronto ad affrontare le diverse soluzioni di acquisto, Free Hold o Lease Hold, ma la scelta dell'appartamento in costruzione ha evidenziato nuove soluzioni che il web non mostrava! Soluzioni molto interessanti, al fine di favorire l'acquisto anche a chi non ha grandi fondi da investire; l'acquisto in quota, "che bravi!".

Altro dilemma il valore dell'unità immobiliare! Visionando alcuni nuovi complessi immobiliari ho avuto l'impressione che vi sia un listino uguale per tutti, piccole differenze da un cantiere all'altro, rifiniture e materiali fanno la differenza. E' chiaro da subito che vi è un equilibrio nel determinare il prezzo a mq come se fosse concordato tra le varie società immobiliari. Suggerimenti:  "house price"

Pensavo di poter essere autonomo nell'intera gestione delle operazioni, mi ero documentato on line, ma succede che "paese che vai usanze che trovi" e la mancanza dei giusti contatti ha evidenziato le mie lacune. Non avevo capito che la cosa giusta da fare era quella di scollegarmi completamente dal concetto di acquisto "made in italy", ed affidarmi ad un Estate Agent di zona.
Era la cosa migliore da fare, ma da testardo e orgoglioso italiano non lo feci.




Certo, oggi dopo questa esperienza non avrei alcun problema a rifarlo!
Riconosciuta la mia impossibilità di procedere abbiamo cercato il sollicitor. L'avvocato, con splendido ufficio in Sloane Square, che ha svolto tutti gli incartamenti e da bravo consulente ci ha illustrato tutte le incombenze e le procedure, dal pre-contract package al stamp duty land tax, all'Inland Revenue al Land Registry.  Guardare per credere: buy sell your home UK
Il fatto di effettuare pagamenti sul "buyer's sollicitor's bank account" ed attendere, mi suonava come strano, il mio pensiero era: e se questo scappa con i soldi? ...solito italiano diffidente!! ma la telefonata che ci informava dello scambio dei contratti con le ricevute di pagamento allegate, ha messo fine alla mia ansia,  la "Completion" era avvenuta! ora si doveva solamente eseguire la registrazione!!

Welcome to the London owners!!



Scopri le nostre offerte immobiliari su LuxuryandTourism