sabato 1 marzo 2014

Oggi qualche dritta fuori dai soliti itinerari per godersi al meglio la città più magica del mondo: New York - di Martina Carolo per www.luxuryandtourism.com


La mia tentazione di oggi è New York. Il mio sogno è aprire la finestra di casa, magari una di quelle case meravigliose di Luxury & Tourism e davanti a questa città urlare “Good morning world!”.
Penso proprio che la Big Apple, la città che non dorme mai (proprio come me), potrebbe essere la città che più mi rispecchia.  Eclettica, aperta e curiosa al nuovo, che non dimentica il passato e le sue origini. L’ombelico del mondo dal colore grigio come i suoi grattacieli che toccano il cielo, rosso come la ciliegina del famoso drink Cosmopolitan e nero come il colore dei divani in pelle dei locali della nightlife e verde come gli la più grande oasi urbana del mondo, Central Park. Ogni volta che qualcuno mi chiede consiglio su cosa portare a New York, vista la mia esperienza di ben 8 viaggi, dico sempre una mega valigia con dentro uno spazzolino e dentifricio, un paio di slip e reggiseno (il resto lo si compra da Victoria’s Secret) e una carta di credito.
Sì solo questo perché fare shopping a New York è un vero piacere e soprattutto in periodo di saldi il piacere e la convenienza raddoppiano  e qua…anche un semplice charm comprato da Tiffany, vi farà sentire subito Audrey Hepburn.
Oggi, invece di parlarvi di moda, vi regalo alcune idee carine e divertenti, diciamo “fighettine”, non banali, da fare a New York se avete poco tempo a disposizione, magari su tacco 12 Jimmy Choo ;-), come userei io fare in versione www.martysparty.it.

 
·         Soffermarsi tra la Lexington Av. e la 52sima strada, dove si trova il famoso sfiato della metropolitana che alza la gonna a Marilyn.


·         Salire al Rockfeller Center e scattare la foto alla star dello skyline newyorkese, l’Empire State Building.
·         Non mancare ad una serata a ritmo di jazz al Village Vanguard, il più leggendario dei jazz club

·         Visitare il giardino giapponese più bello della città a Brooklyn
·   Assolutamente  non mancare di visitare il negozio dei super eroi Brooklyn Superhero Supply e comprare formule magiche per ottenere l’ultravelocità, l’invisibilità,…


·           Non si può lasciare New York senza aver assaggiato gli hot dog di Nathan a Coney Island




·        
  

-    Senza bisogno di comprare nulla, fare un tour nelle gallerie d’arte tra la Decima e l’Undicesima strada a Chelsea
·          Comprare vestiti al miglior prezzo nel paradiso outlet di Woodbury Common
·   Tra il 28 e 30 maggio e tra l’11 e il 13 giugno per chi fosse là, godersi il tramonto speciale “Manhattanhenge”, che si annida tra i grattacieli solo in questi 4 giorni
·         Camminare attraverso Central Park, il posto più romantico per scambiarsi una dichiarazione d’amore
Non mi resta che promettervi un prossimo appuntamento di nuove “dritte” in questa città da film che mi fa sempre sognare.



I newyorkesi camminano più in fretta, parlano più in fretta, pensano più in fretta.
Non è necessario esserci nati per essere newyorkesi,
ma dopo sei mesi tu camminerai
parlerai e penserai più in fretta.
E da quel momento anche tu potrai considerarti un newyorkese.
Edward I. Koch

Martina Carolo  
Marty's Party